Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni Logo Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Chi Siamo Dicono Di Noi Amici Nostri Contattaci
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni Da vedere in Egitto - Monumenti & Storia...
Abu Simbel

Abu Simbel A circa 280 km sud d'Aswan si trova Abu Simbel è uno dei più famosi monumenti dell'antico Egitto, insieme alle Piramidi e la Sfinge di Giza. Situata al confine meridionale del Paese.

Il sito archeologico fu scoperto, quasi completamente ricoperto di sabbia, nel 1817 dall'archeologo italiano Giovanni Battista Belzoni. Nel 1979 è stato riconosciuto come patrimonio mondiale dell'Umanità dall'UNESCO.

Si visita in una escursione di giorno partendo d'Aswan,seguendo gli orari del convoglio della polizia turistica oppure via aereo,caso in cui si dovrebbe dormire una notte ad Abu Simbel.
Abydos

Abydos A 135 km nord di Luxor è uno dei luoghi più suggestivi dell’Egitto, ma anche uno dei meno conosciuti rispetto a Giza, Abu Simbel, Sakkara o Luxor perché attualmente escluso dai consueti itinerari turistici.

E' una città santa, sacra a Osiride, sovrano del regno dei morti,secondo la leggenda di Iside ed Osiride,il dio ucciso dal fratello Seth,fu sepolto qui ai margini del deserto. Il sito diventa cosi ambita necropoli e meta di pellegrinaggio.

Di tutti gli edifici votivi che vi si trovano il meglio conservato è sicuramente il tempio di Sethi I dedicato a Osiride,secondo sovrano della XIX dinastia cominciò la costruzione e poi proseguì il figlio Ramses II le opere di decorazione.
Alessandria

Alessandria Alessandria, con oltre 5 milioni di abitanti, è una delle più popolose città dell’Egitto, è una città dinamica e allo stesso tempo tranquilla. In alcune zone il traffico è caotico in altre la vita sembra scorrere lenta come nel passato. Si può visitarla in una escursione organizzata dal Cairo (220 km),o dal Alamein (100 km). Da visitare le catacombe egizio - romane di che risalgano al II secolo. La cittadella di QaitBay è invece una fortezza di recente costruzione, risale infatti al 1480. Sorge dove un tempo svettava il famoso faro d' Alessandria distrutto probabilmente dai terremoti del XI e del XIV secolo. Da non perdere la Biblioteca d'Alessandria la moderna struttura che sorge a pochi passi dall’antica sede voluta ben 2.300 anni fa da Tolomeo I,era il centro culturale del mondo antico, oggi è rinata sotto l'egida dell'UNESCO.
Aswan

Aswan Assuan sorge sul punto più affascinante del Nilo, dove le acque del fiume incontrano il deserto formando piccole idilliche isole. Gli abitanti sono per la maggior parte nubiani, arrivati qui durante la costruzione della grande diga. Il lungofiume, o Corniche di Asswan, è forse il più bello di tutto l'Egitto, in quanto si affaccia su un tratto particolarmente suggestivo, affinato da isolotti ricoperti da palmeti.

La città merita una visita più approfondita, per il suo esotico mercato, l'incantevole museo e alcuni siti di età faraonica nelle sue vicinanze. Come il Tempio di Iside a Philae situato su un'isola del Nilo è sicuramente una tappa da non perdere,si può accedere al monumento solo con piccole barche. A circa 1 km a sud di Assuan è visibile un gigantesco Obelisco Incompiuto rimasto ancora nella sua cava risalente al Nuovo Regno.

L'Alta Diga d'Aswan ha servito egregiamente il fabbisogno energetico d’Egitto fino agli anni 50, quando il presidente Gamal Abn el-Nasser ha percepito che lo sviluppo del paese necessita una diga ancora più grande.

Da Settembre a Maggio organizziamo viaggi sul Nilo in feluca. L’itinerario classico inizia ad Assuan e termina a Luxor.
Cairo Copto

Cairo Copto Corrisponde a quella parte antica della città denominata Vecchio Cairo o "Misr El–Qadima", il quartiere a sud del centro moderno della città che conserva intatte mura ed importanti testimonianze dell'antica comunità copta. Nella cinta della fortezza vennero costruite molte chiese,in diverse casi usano mura e torri della fortezza romana. La chiesa sospesa "o detta Al-Muallaqa in arabo" che risale al IX secolo e che venne costruito a cavallo delle due torri antichi della fortezza, e la chiesa di San Segio "Abu Serga", del IX e sorge nel luogo in cui avrebbe trovato rifugio la Sacra Famiglia. La sinagoga di Ben Ezra,la sinagoga più antica di tutto l'Egitto. Nel Vecchio quartiere,tra stretti vicoli poco frequentati dai turisti, s'incontrano altri edifici di carattere religioso,monasteri e piccole chiese di notevole importanza.
Cairo Islamico

Cairo Islamico Il cuore medievale della città la cui costruzione è antecedente allo sviluppo dei quartieri europeizzati che formano oggi il centro moderno del Cairo. La parte che comprende alcuni tra i suoi più importanti e significativi monumenti. Tra questi la Cittadella di Saladino che tra le sue mura racchiude la moschea di Mohamd Ali, e la moschea di en-Naser Mohamed, edifici che risalgono a diverse epoche islamiche, la grande moschea di Ibn Tulun, la madrasa del sultan Hassan,e la moschea del Refai. La parte centro - settentrionale del Cairo,antica capitale dei Fatimidi, è molto conosciuta per i turisti, soprattutto per la presenza del vivace bazar di Khan el Khalili,qui sorgono alcuni tra i monumenti più interessanti della città islamica come la moschea dell'Azhar,il complesso dei monumenti di Qalawun e le due porte di El-Futuh e en-Nasr.
Dahshour

Dahshour Anche se questo non è un sito di grande affluenza turistica come la Piana di Giza, potrebbe rappresentare uno splendido libro che narra grandi e gloriosi eventi della storia dell’antico Egitto. Li si alzano due grandi piramidi: la piramide romboidale di Snefru (il padre di Cheope) e la piramide rossa dello stesso re che fu il primo faraone della quarta dinastia.
Dandara

Dandara L'antica città sacra alla dea Hathor, madre di tutti gli dei, divinità dell'amore, della gioia e della fertilità.

Non resta molto della città ma solo Il tempio greco-romano di Dandara, posteriore all'epoca faraonica, consacrato alla dea Hathor, costituisce una suggestiva testimonianza dell'antico Egitto. E' uno dei pochissimi templi che ci sono giunti quasi totalmente intatti Il modo più semplice di visitare il sito è organizzare un' escursione di un giorno da Luxor, dalla quale dista circa 85 km verso nord. Se si parte di buon mattino, vi avrà la possibilità di visitare anche Abydos ( dista 55 km).
El-Menia

El-Menia A circa 245 km sud del Cairo si trova El- Menia che come città non offre molto da vedere, la regione circostante è invece molto ricca. Ma la città è un buon punto di partenza per alcune escursione alle aree archeologiche di Beni Hassan, Tuna el-Gebel e Tell el-Amarana.

La necropoli di Beni Hassan: E' una delle più interessanti della regione e lo spettacolo della valle del Nilo che da qui si può godere uno dei migliori ricordi dell'Egitto che i visitatori possono portare con loro. Scavata nella roccia calcarea ricca di conchiglie fossili,questa importante necropoli del Medio Regno deriva il suo nome dalla famiglia araba che stabili alla fine del secolo XVIII,estendendo il proprio dominio all'intera regione.

La necropoli di Tuna el-Gebel: Cappelle e monumenti funerari in cui elementi riprese dall'arte faraonica si uniscono a quelli del periodo tolemaico e romani, costituiscono infatti una sorta di grande "città dei morti" per i ricchi abitanti dell'città antica Hermopolis. Il suo monumento più importante è la tomba di Petosiri

Tell el-Amarana: Una barriera rocciosa aperta solo sul Nilo, in questa zona Akhenaton decise di fondare, sul suolo vergine, una città nuova, cui diede il nome di Akhet-Aton (l'orizzonte dell'Aton). L'iniziativa di Akhenaton era destinata, attraverso una rivoluzione che doveva coinvolgere religione, letteratura ed arti figurative, a porre il sovrano nuovamente al centro della vita del Paese. La città era destinata a contenere i templi in cui veniva praticato il culto del dio Aton, il palazzo reale, le case dei fedelissimi.
Giza

Giza Dalla popolosa metropoli alle assolate distesa di sabbia,dal traffico caotico ai silenziose misteri di gigantesche piramidi. A 12 km sud ovest del Cairo, in una vasta pianoro desertico le tre grandi piramidi di Cheope,Chefren e Micerino. Come una maestosa sentinelle si erge dalla sabbia anche l'enigmatica Sfinge, mentre attorno si riconoscono piramide minori,mastabe delle moglie dei re.
Il Cairo

Il Cairo Tante città in una,sembra lo slogano più adatto per il Cairo sterminata,popolosa, spesso caotica metropoli. Fin dai tempi della sua fondazione - El-Qahira - è stato chiamato Misr, nome che è il sinonimo dell'intero Paese. In effetti assommando in sé tre culture, quella dell'Egitto Antico, la cristiano-copta, e l'islamica, la città è una sorta di specchio fedele della storia e dell'arte dell'Egitto. Oltre alla città storica,con le sue moschee, i minareti, le cupole, le botteghe stipate lungo vicoli tortuosi, c'è anche un Cairo "europeo", che si stende soprattutto in prossimità del Nilo. Qui le facciate degli edifici, di gusto coloniale, arieggiano talvolta l'architettura turca o italiana. E c'è un altro Cairo ancora,quello delle periferie residenziali più lontane e dei centri industriali. Tre città separate e unite da realtà urbanistiche e socio-economiche complesse, città che danno vita a una sterminata metropoli dove, su una superficie stimata in 1200 - 1300 km2, vivono oltre 18 milioni di persone.
Luxor

Luxor La capitale del turismo nell'Alto Egitto, passaggio obbligato per i viaggi via terra e le crociere lungo il Nilo, ed una località nella quale si arriva comodamente alle spiagge del Mar Rosso.

Si visita anche in una escursione da Marsa Alam ( ), o da Hurghada (290 km) Il porto di partenza di molte crociere sul Nilo verso Aswan, navigando 04 notti / 05 giorni o 06 notti / 07 giorni e visitare tutti i siti monumentali lungo il Nilo Edfu,Esna e Kom Ombo fino all'arrivo ad Aswan.

Sono veri e propri alberghi galleggianti le nave che propongono crociere sul Nilo,uno dei modi più affascinanti per scoprire l'Egitto dei faraoni. Le tappe previste non cambiano di molto,da una agenzia all'altra, invece cambiano la qualità dei servizi, il numero delle visite che si potranno effettuare, la qualità stessa delle escursione,a tale proposito, il piacere di visitare un tempio, una necropoli o un museo d'antichità egizie dipende molto dalla capacità e dalle preparazione della guida che ti.

La riva est del Nilo: Qui la modernità e l'animazione turistica non hanno però rotto l'incantesimo del luogo, che si ritrova intatto percorrendo la piacevole Cornich el - Nil. Soprattutto al tramonto, lo scenario è suggestivo con il Nilo punteggiato di bianche feluche,il tempio di Luxor è illuminato e l'elegante presenza dei grandi alberghi, palazzi e negozi di souvenir.

Sulla sponda est del Nilo, e nel cuore dell'attuale città si trova il tempio di Luxor, uno dei più affascinanti monumenti dell’antico Egitto, elegante esempio di architettura faraonica. Dedicato alla triade tebana di Amon, Mut e Khonsu. Grazie alla sua struttura ordinata, lo si potrebbe visitare in poco tempo, ma la ricchezza dei bassorilievi e la tranquillità del sito meritano di passare un intero pomeriggio.

La via che conduce al tempio, costeggiata da due file di sfingi, il Viale delle Sfingi, una volta arrivava fino a Karnak, 3 km a nord. Passeggiando nei dintorni tra gli edifici moderni di Luxor si trovano ancora tracce di questa via processionale, con ancora qualche frammento di statua intatto.

Un alto recinto di mattoni racchiudeva una sorta di "città santa",il Karnak ed i suoi templi,è il centro religioso più grande ed imponente dell'antico Egitto,la cui storia di 2000 anni.

La riva ovest del Nilo: Sulla riva occidentale del Nilo,di fronte all'antica Tebe,si estendeva il silenzio regno del dio Osiride, signore dell'Aldilà, l'immensa necropoli tebana che per il suo interresse artistico è stato inserito dall'UNESCO nei siti del Patrimonio dell'Umanità.

Tombe nascoste, segrete, faticosamente scavate nella profondità della montagna, veri e propri capolavori della pittura antica.

Le tombe tebane sono disposte paralleramente al Nilo sulle pendici della montagna e sono distinte in tombe reale e tombe private. Le prime sono raggruppati in due siti chiamati la Valle Dei Re, la Valle Delle Regine ,che era distinta alle spose reale dei faraoni, ai principi e alle principesse reali, mentre le oltre tombe private sono le Tombe Dei Nobili.
Sakkara & Menphi

Sakkara & Menphi Sulla riva occidentale del Nilo a 30 km a sud del Cairo, si possono visitare le rovine di Menfi (o Menphi), la più antica capitale d'Egitto, fondata dal mitico re Menes circa 5.000 anni fa. Nell'altopiano desertico ad ovest di Menfi, sorge invece la necropoli di Saqqara (o Sakkara), la più grande d'Egitto (si estende per circa 8 km) con le sue piramidi e le decine di mastabe, i monumenti funerari a forma di piramide tronca.
Viaggi Dei Faraoni Sviluppato da Pack2Net.com © 2010 ViaggiDeiFaraoni.com ® Tutti i diritti riservati.
Viaggi Dei Faraoni