Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni Logo Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Chi Siamo Dicono Di Noi Amici Nostri Contattaci
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni
Viaggi Dei Faraoni Viaggi Dei Faraoni Da vedere in Egitto - Natura & Avventura...
Siwa

SiwaSituata a 850 km nord ovest del Cairo,310 km ovest di Marsa Matrouh. Si visita in una escursioni dell'Alamein 2 giorni / una notte oppure dall'oasi di Bahriyah 480 km, o facendo il giro intero dell'oasi del deserto occidentale d'Egitto.

Siwa e una macchia verde piena di frutti, isolata nel Deserto Occidentale, che si estende quasi fino alla Libia. Questa oasi fuori mano conta oltre 300 sorgenti di acqua dolce, che alimentano migliaia di palme da dattero e ulivi. Gli abitanti di Siwa parlano il dialetto berbero e possiedono una cultura diversa da quella del resto del Paese.

Nel 1926 una straordinaria pioggia ininterrotta per 3 giorni ha provocato notevoli danni alla città: l'elevato contenuto di sale del fango si sciolse facendo fondere le case e costringendo la popolazione a lasciare la cittadella. Le case sono state abbandonate nel 1926 dopo l'alluvione, ma si può ancora esplorare il labirinto di vicoli. Vicino al centro di Siwa sorge la Casa di Siwa, che espone abiti, gioielli e artigianato tipici di Siwa.

Gebel Al-Mawta (Monte dei Morti), a un solo chilometro dal centro, è una collina crivellata di tombe risalenti al periodo compreso tra l'era tolemaica e quella romana.

Seguendo il sentiero che conduce al Tempio di Amon si trovano il Bagno di Cleopatra; l'acqua si getta in una vasca dove gli abitanti vanno a fare il bagno.
El-Fayom

El-FayomA circa 100 km dal Cairo, al Fayoum è la più vasta oasi d'Egitto, e occupata nella sua parte settentrionale dal più grande lago naturale esistente in Egitto, il Lago Costituisce un rifugio molto apprezzato dai cittadini in fuga dallo smog,anche se la regione è ricca di templi e di siti archeologici e ha una storia che risale all' epoca faraonica.

Gli appassionati di piramidi si interesseranno ai due siti che meritano una visita in questa regione: le due piramidi di Hawara, che un tempo facevano parte di un vasto complesso di cui rimangono soltanto le macerie e la piramide di Meidum, che si erge solitaria nel deserto ai margini dell'oasi.
Bahriyah

BahriyahA circa 380 km dal Cairo l'Oasi di Bahariya e quella più vicina alla capitale,da dove si può effettuare un escursione di safari nel deserto per 2 giorni e una notte in tenda.

Bawiti è il villaggio più grande dell'oasi. Il suo pittoresco quartiere collinoso si affaccia su palmeti rigogliosi, irrigati da "Ain al Beshmo", una sorgente naturale ricavata dalla viva roccia ai tempi dei romani, dalla quale sgorga acqua alla temperatura di 30°.

Nel 1996 a Bahriyah il celebre archeologico Zahi Hawass scopri un'immensa necropoli di età romana situata a 6 km a sud ovest di Bawiti chiamata "La Valle delle Mummie Dorate".

La strada asfaltata che collega Bahriyah a Farafra attraversa siti e paesaggi di grande interesse. Qualche decina di chilometri a sud dell'oasi comincia il cosi detto Deserto Nero dal colore predominante delle sue rocce.

Percorrendo la strada verso il sud si possono osservare i primi affioramenti di rocce bianchissime,simile a distesa nevose. Qui innalza il celebre Deserto Bianco, è una zona caratterizzata dalla presenza di formazioni rocciose di bianco accecante, modellate dall'erosione provocata dal vento; i momenti migliori per visitare questi luoghi sono l'alba e il tramonto con il sole che tinge le rocce di sfumature rosa e arancio.
Farafra

FarafraSituata a 200 chilometri a sud di Bahriyah ed in una grande depressione ,L'Oasi di Farafra,è rinomata per il suo accogliente scenario e per la sua tranquillita. E' la più isolata e la meno popol osa delle oasi della Nuova Valle.

Molti degli abitanti dell'Oasi di Farafra sono Beduini che seguono ancora alcune antiche tradizioni della loro cultura. L'Oasi ha più di 100 tra sorgenti e pozzi.

Nell'Oasi di Farafra è presente il Museo di Badr in cui vi sono esposte le opere di Badr, un artista che nei suoi quadri e nelle sue sculture ritrae gli abitanti del villaggio nelle loro occupazioni quotidiane.

Un breve spostamento all'esterno dell'oasi condurrebbe alle sorgenti di acqua calda sulfurea a "Bir Sitta" ed al Lago di "El Mufid", dove è possibile fare il bagno. Le oasi contengono i palazzi di Farafra e Mencar che sono tra i rimanenti dei monumenti romani.
Dakhla

DakhlaL'oasi di Dakhla si trova a 189 km a ovest di Kharga ed è costituita da più di 600 sorgenti e laghetti natrali.

Fra frutteti e campi rigogliosi, si trovano pittoreschi villaggi in mattoni di fango. L'oasi è abitata da circa 70.000 persone e produce riso, manghi, arance, olive, datteri e albicocche.

La città vecchia è un labirinto di stradine dalle pareti ricoperte da argilla e le abitazioni hanno degli architravi in legno dal disegno assai elaborato. Le ricerche condotte recentemente indicano che Dakhla è stata sempre abitata sin dalla preistoria.
Kharga

KhargaE' l'oasi più grande e maggiormente sviluppata della Nuova Valle.è costituita da una vasta depressione che si estende da nord a sud per 220 chilometri e rappresenta una persecuzione di quella di Dakhla.

La città principale è Al-Kharga, alquanto anonima, ma negli immediati dintorni ci sono diverse cose che vale la pena di vedere.

Fuori dal centro abitato vi è il Tempio di Ibis, risalente al VI secolo a.C. e fu costruito dall'imperatore persiano Dario I. E' dedicato alla triade tebana e segnava il punto centrale della città di Hibis, antica capitale dell'oasi.

Proseguendo dal tempio di Hibis verso nord per un chilometro si trova la necropoli di Al-Bagawat. Si tratta di un cimitero cristiano con centinaia di tombe di mattoni di fango che raffigurano scene bibliche.
Viaggi Dei Faraoni Sviluppato da Pack2Net.com © 2010 ViaggiDeiFaraoni.com ® Tutti i diritti riservati.
Viaggi Dei Faraoni